DSC 0300 copy

CLAMS ALBA

Motorismo storico: una grande passione. Il C.L.A.M.S. di Alba (Circolo delle Langhe Auto-Moto Storiche), fondato nel 1977, ha le sue radici nell’amore che il fondatore Carlo Castello ha sempre manifestato per il motorismo storico, fin dal 1975 durante la prima edizione del “Meeting delle Langhe”, organizzato da un Club di Torino. Il Circolo incarna il pensiero del suo fondatore: reperire, restaurare e diffondere la cultura di auto e moto storiche e di qualsiasi altro mezzo di locomozione. E questo lavoro viene fatto dai circa 1000 soci, italiani (Piemonte, Liguria, Lombardia e Sicilia) e stranieri che, anno dopo anno, confermano la loro voglia di ridare vita al suono dei motori per non dimenticarli, segno di rispetto per i pionieri del motorismo.

 

C.L.A.M.S.: UN PO' DI STORIA



“Era una splendida domenica di Giugno del 1968, quando un Club di Torino ha organizzato ad Alba il “1° Meeting nelle Langhe”. In Piazza San Paolo erano parcheggiati una trentina di meravigliosi mezzi storici. E’ qui che, passando per caso, notai quelle vetture mai viste prima dal vivo. Sono appassionato di motori da sempre: fu un fulmine a ciel sereno. Da ragazzo disegnavo auto e costruivo piccoli trattori giocattolo, ero apprendista a stipendio zero in una officina meccanica di Castagnole Delle Lanze (AT) e iniziai la ricerca di un mezzo per restaurarlo. Il primo amore: una 508- 3 Marce (Balilla del 1931) e mi iscrissi al club di Asti C.A.M.E.A. Missione compiuta, come nel 1969 quando ho acquistato una moto Guzzi S 500 del 1935. Coinvolsi vari amici e il 27 marzo 1977 nacque il C.L.A.M.S. di Alba formato da me, dal socio cofondatore Giuseppe Penna, e da Cortese Nella, Toselli Pietro Maria, Migliorati Pier Ippolito, Penna Giuseppe, Bubbio Fiorino, Lorenzo Virginio, Lini Sergio, Burini Werter, Oberto Luigi, Bellora Giovanni e Abrate Bernardo. Soci iscritti: 42. Il giovane giornalista Rag. Carlo Gramaglia pubblicò l’evento sui giornali locali e la Gazzetta del Popolo di Torino, ed il 1° Aprile 1977 presso il Ristorante “ Croce Bianca” di Piana Biglini (Alba) aveva luogo la prima riunione straordinaria del neo-nato C.L.A.M.S. Primo raduno il 25 Aprile, a Trinità (CN) con la collaborazione degli amici soci di Fossano, approdati al C.L.A.M.S. per conoscenza di Lorenzo Virginio (cofondatore). Il 27 Maggio 1977 il C.L.A.M.S. viene accolto dalla Federazione Nazionale A.S.I. “Automotoclub Storico Italiano” (all’epoca i club federati A.S.I. erano 7): il C.L.A.M.S. è a tutti gli effetti uno dei club con maggiore memoria storica.
Grazie all’impegno dei precedenti Presidenti, dei vari Consigli Direttivi che negli anni si sono avvicendati, ai commissari tecnici Auto e Motto, alla mitica segretaria Caterina Lovera e ai soci stessi. Il futuro passa anche dalla storia delle auto”.

C.L.A.M.S. E’ PASSIONE

Il C.L.A.M.S. è nato allo scopo di unire appassionati, promuovere il recupero e la conservazione di qualsiasi veicolo a motore che abbia compiuto il ventesimo anno di età. Non c’è futuro senza storia, e per il Circolo questo è la base da cui partire.

C.L.A.M.S. E’ FUTURO

Mantenere vivi i veicoli d’epoca che hanno fatto la storia della quotidianità, e non solo, significa rendere moderno il lavoro dei costruttori e portarlo nel futuro. Organizzare eventi e raduni, vuol dire fare rivivere le emozioni del tempo nelle opportunità turistiche ed enogastronomiche che vengono offerte ai soci ed agli appassionati di motori per valorizzare anche il territorio di Langhe, Roero e Monferrato.